ECCO 6 SUGGERIMENTI PER SAPERE QUALE ESERCIZIO FISICO È PIÙ OPPORTUNO INTRAPRENDERE....

 

1) Camminate 20 minuti all'aria aperta, poi salite con le mani dietro la schiena una scala composta da almeno 20 gradini,

 

se alla fine avete i muscoli delle gambe induriti o le ginocchia vacillano, vuol dire che avete una scarsa condizione fisica : e' consigliabile fare esercizio fisico

 

2) Sdraiatevi sulla schiena con le ginocchia piegate e leggermente divaricate, posizionate le piante dei piedi e le braccia a terra. Portate le mani in avanti, tirate su spalle e testa arrivando quasi ad una posizione seduta rimanendo in posizione per circa 5 secondi. Ripetete l'esercizio fin che potete.

 

Il risultato è buono se si riescono a fare 20 / 25 movimenti senza difficoltà, altrimenti i vostri addominali sono scarsi

 

3) Partite dalla posizione eretta con i piedi uniti, piegatevi in avanti con le braccia pendenti flettendo leggermente le ginocchia, provate a toccare le punte dei piedi espirando, se sentite tensione al retro coscia o alla colonna vertebrale, è consigliabile fare stretching

 

4) Sdraiatevi sulla schiena su una superficie rigida, piegate una gamba fino a toccare il petto con il ginocchio tenendo l'altra gamba distesa a terra, aiutatevi con le mani, comprimete la gamba piegata, contemporaneamente stendete al massimo la gamba diritta allungando in avanti il tallone, se sentite tensione o dolore all'inguine della gamba distesa, avete bisogno di fare stretching ai fianchi

 

5) Sedetevi su una sedia, tenete i piedi piatti sul pavimento, mettete le mani sulle spalle e cercate di fare toccare i gomiti davanti al torace espirando, se sentite tensione ai muscoli di spalle e schiena, avete bisogno di fare stretching

 

6) Sdraiatevi sulla schiena tenendo le ginocchia piegate con braccia e piedi piatti sul pavimento, portate un ginocchio al petto, distendete successivamente la gamba flettendo il piede in modo da stirare il polpaccio, se sentite una tensione eccessiva quando la gamba forma col corpo un angolo di 60°, è consigliabile fare stretching

CONSIGLI

 

Bisogna ricordarsi che per un corpo non allenato, fare alcuni esercizi (apparentemente semplici e universalmente eseguiti) possono essere dannosi, ecco alcuni esempi:

 

  •  I classici piegamenti sulle gambe, scendendo fino a toccare i talloni con i glutei, possono sforzare le articolazioni delle ginocchia, rischiando di lesionare legamenti e cartilagini. E' consigliabile flettersi fino al punto in cui le cosce siano parallele al pavimento, senza andare oltre.

 

  •  I piegamenti in avanti, curvando la schiena e mantenendo le gambe tese, in particolare se fatti rimbalzando per arrivare più in basso possibile, possono provocare degli stiramenti. Inizialmente, sarebbe opportuno agire con moderazione, facendosi consigliare da un buon istruttore, onde evitare sforzi eccessivi e complicazioni.

 

  • Anche il banale esercizio che siamo portati a fare in caso di stanchezza o tensione al collo, portando la testa all'indietro forzatamente, può essere potenzialmente pericoloso, può accadere che in tale posizione venga interrotto il flusso sanguigno verso il cervello e verso il midollo spinale causando (in ordine di importanza):

 

 

 

 

        >  perdita di equilibrio

        >  black out momentaneo

        >  lesioni neuroniche permanenti.

 

 

 

 E' necessario ricordare anche che correre con pesi alle caviglie è sconsigliato a chi non è  allenato ed in particolare a chi abbia superato il 50 anni di età, poiché è facile procurarsi  degli strappi muscolari.

 

 Si sconsiglia inoltre l'uso di indumenti di gomma in particolare a contatto con la pelle.

 

 

 

 Si consiglia di con parsimonia gli strumenti ginnici visti in TV, preferendo una regolare  frequenza in una palestra dove ci sia personale specializzato.

 

 

 

In sostanza: usare il cervello facendo anche semplicemente ginnastica è indispensabile ad evitare inutili problemi a volte anche gravi.

volantino 2017-2018 judo-ginnastica.pdf
Documento Adobe Acrobat 397.8 KB